header img

Stampa

B&B a Roma economici,hotel,camere, itinerari da piazza navona

da Piazza Navona a San Pietro, Il rinascimento italiano

Si parte da Piazza Navona, una delle più vaste e più scenografiche piazze di Roma barocca. La sua nota dominante è la sontuosa Fontana dei Fiumi, del Bernini, che con l'alta cupola e con gli esili campanili della Chiesa di Sant'Agnese in Agone, invece del Borromini, segna quasi il trionfo dell'arte barocca.
E' uno dei luoghi più frequentati di Roma, sia dai turisti che dai romani stessi, è un punto di ritrovo che accoglie migliaia di persone fino alle ore più tarde della notte, offrendo, nei dintorni, locali e ristoranti di ogni genere.  
Stadio nell'antichità è lungo 276 metri e largo 54 e venne edificato da Domiziano e restaurato da Alessandro Severo.  Oggi è una delle piazze più caratteristiche di Roma grazie alle tre graziose fontane esistenti.
Attraverso la breve Via Agonale si arriva a Piazza Sant'Apollinare, dominata dalla torre belvedere, e quindi, in fondo alla moderna Via Zanardelli, alla Chiesa di Sant'Agostino, dalla facciata rinascimentalee con un celebre affresco di Raffaello, il Profeta Isaia, e una affascinante Madonna del Caravaggio, la Madonna dei Pellegrini o di Loreto.
Uscendo dalla Chiesa di Sant'Agostino, inboccando a sinistra la Via della Scrofa, si trova, a destra, San Luigi dei Francesi, la chiesa nazionale dei Francesi. L’elegante facciata è di Giacomo della Porta, ma soprattutto al suo interno, nella cappella di San Matteo, racchiude, tesoro inestimabile, tre meravigliose tele del Caravaggio. Accanto a San Luigi dei Francesi il Palazzo Madama, sfarzosa residenza dei Medici a Roma e ora sede del senato della Repubblica Italiana.

Attraverso Via di Parione, di fronte alla Chiesa di Santa Maria della Pace, si arriva a Via del Governo Vecchio, e volgendo a destra, tra austeri palazzi e vecchie case cinquecentesche, si arriva a piazza dell'Orologio.
Costeggiando il Palazzo dei Filippini, si giunge alla Chiesa di Santa Maria in Vallicella con accanto I'Oratorio di San Filippo Neri, dalla caratteristica facciata barocca del Borromini.
Continuando per il Corso Vittorio Emanuele si trova, verso la fine, il Palazzo dell'antichissimo Banco di Santo Spirito, di Antonio da Sangallo il Giovane. Ma soprattutto la scenografia del Castello e del Ponte Sant'Angelo, con le sue statue di angeli e di santi che formano una splendida prospettiva. Attraversato il fiume troviamo a sinistra la larghissima Via della Conciliazione, aperta mediante l'abbattimento di vie tipiche tradizionali, la cui scomparsa ha sollevato acerbe critiche, ma che consente di osservare la Basilica di San Pietro fin da ponte Sant’Angelo, ed amplia enormemente la piazza con il celebre colonnato del Bernini permettendo adunate realmente oceaniche.
Alla fine di Via della Conciliazione si arriva quindi a Piazza San Pietro, trionfo del rinascimento e del barocco, con le opere di Michelangelo, Bernini, e di molti altri grandissimi della storia dell’arte italiana e mondiale.
Poco distante dalla piazza è possibile arrivare ai Musei Vaticani, e visitare le famosissime Stanze di raffaello e la Cappella Sistina.